fbpx

Imprese femminili. Dino De Santis (Confartigianato Torino): “Fare impresa è un mestiere sempre più rosa: ma per il 44,3% delle artigiane è difficile conciliare famiglia e lavoro”.

I dati delle Camere di Commercio, che certificano l’esistenza in Piemonte di quasi 98.000 imprese femminili, dimostrano che fare impresa è sempre più un mestiere rosa.

Ma questa imprenditoria femminile va incoraggiata: liberando le imprese dai troppi vincoli e costi che le soffocano e attivando politiche di conciliazione lavoro-famiglia: lo dichiara Dino De Santis, Presidente di Confartigianato Torino, commentando i dati della Camera di Commercio sull’imprenditoria femminile piemontese. “Conciliare lavoro e famiglia è un grande problema per le imprenditrici artigiane – aggiunge Dino De Santis – lo confermano i risultati di un sondaggio d’ascolto realizzato da Confartigianato. Il 44,3% delle intervistate denuncia difficoltà penalizzanti nel dividersi tra gli impegni lavorativi e la cura della famiglia. Se il 39,3% delle imprenditrici si occupa regolarmente dei figli under 18, c’è anche un quarto di loro (24% delle intervistate) che, in famiglia, deve prendersi cura di persone anziane, malate o disabili. Dunque, c’è ancora molta strada da fare affinché la parità non sia solo il rituale auspicio di ogni 8 marzo, ma si traduca in politiche effettive e in concreti sostegni alle donne imprenditrici e lavoratrici”.

Michela Frittola, ufficio stampa Confartigianato Torino tel. 331/9332430

Scarica il comunicato stampa.

Iscriviti alla newsletter

Informazioni utili, aggiornamenti su scadenze e agevolazioni fiscali, eventi e molto altro.