fbpx

Tracciabilità dei pagamenti degli oneri di cui all’art. 15 del TUIR

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La Legge di Bilancio per il 2020 obbliga i contribuenti che intendono portare in detrazione dal proprio modello 730/2021, relativo all’anno d’imposta 2020 determinate spese, ad effettuare il pagamento mediante l’utilizzo di strumenti elettronici e comunque di sistemi tracciati.

Per quali spese?

I pagamenti con strumenti “tracciabili” sono riferiti alle spese detraibili previste dall’art. 15 del TUIR, tra le quali:

  • Interessi passivi mutui prima casa;
  • Intermediazioni immobiliari per abitazione principale ;
  • Spese mediche per visite specialistiche private (anche dentistiche);
  • Veterinarie;
  • Funebri;
  • Frequenza scuole e università;
  • Assicurazioni rischio morte;
  • Erogazioni liberali;
  • Iscrizione ragazzi ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi;
  • Affitti studenti universitari fuori sede;
  • Canoni abitazione principale;
  • Addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza;
  • Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.

Ci sono delle eccezioni
Questo obbligo non è previsto per l’acquisto dei farmaci e dei dispositivi medici e neppure per il pagamento delle spese mediche per prestazioni sanitarie eseguite presso strutture pubbliche o private ma solo per quelle accreditate al Servizio Sanitario Nazionale (ad esempio per i ricoveri in ospedale, per gli esami di laboratorio ecc.).

Come si può pagare?
Con bancomat, carte di credito, prepagate, assegni circolari/bancari, bonifici, versamenti bancari e postali.

Prova del pagamento
Unitamente alla prova della spesa sostenuta (fatture, ricevute fiscali), sarà necessario conservare anche le ricevute dell’avvenuto pagamento/transazione eseguita.

Per qualsiasi dubbio o consiglio sulle modalità di sostenimento delle spese 2020 o, in linea generale sulla detraibilità/deducibilità delle stesse, si consiglia di avvalersi della consulenza degli Sportelli del CAAF CONFARTIGIANATO.

Via San Dalmazzo 24 – Torino Tel. 011.03.79.153
Via Principe Amedeo 23 10026 Santena (TO) Tel. 011.067.44.20
E-mail: caaf@confartigianatotorino.it

Iscriviti alla newsletter

Informazioni utili, aggiornamenti su scadenze e agevolazioni fiscali, eventi e molto altro.