Decreto Genova: ristoro maggiori costi sostenuti dagli autotrasportatori.

Articolo del 03-01-2019 in Trasporti condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su Google+

Il Ministero dei Trasporti ha illustrato alle associazioni dell’Autotrasporto il Decreto attuativo per distribuire i venti milioni di Euro stanziati per il 2018 a titolo di rimborso per i maggiori costi sostenuti dagli autotrasportatori a causa del crollo del Ponte Morandi.

I soggetti beneficiari sono le imprese di autotrasporto per conto di terzi di cui all’art. 40 della L. 298/1974.

Il periodo di riferimento è quello compreso tra il 14/12/2018 ed il 31/12/2018.

Le tipologie di spese ammesse a ristoro sono: a) viaggi con origine e/o destinazione il COMUNE DI GENOVA e/o il PORTO DI GENOVA; b) viaggi nel territorio nazionale che abbiano comportato, per effetto del crollo del ponte, la forzata percorrenza di tratti stradali e/o autostradali aggiuntivi.

Sono, dunque, ammesse al rimborso anche quelle imprese che, nell’ambito di un trasporto nazionale, pur non avendo come origine o destinazione la città di Genova e/o il porto della città medesima, sono state costrette ad effettuare percorsi stradali e/o autostradali aggiuntivi rispetto a quelli che avrebbero effettuato se non si fosse verificato il crollo del Ponte Morandi.

La misura dell’indennizzo è pari ad un importo unitario di 20 Euro a viaggio.

Nell’ attesa che venga pubblicato il decreto attuativo, che fornirà ulteriori informazioni e precisazioni, si invitano le imprese interessate ad iniziare a reperire la documentazione di viaggio da allegare alle domande.

Confartigianato Imprese Torino • CF 80085480012 • PI 06610390012 | Privacy & Cookies Policy

Attenzione, questo sito utilizza funzioni JavaScript.
Per una navigazione completa, attivalo dal pannello delle preferenze oppure utilizza un browser che lo supporti.